Sala 6 Cosenza nell’Ottocento

Sala 6 Cosenza nell’Ottocento 2018-03-14T11:47:14+00:00

La vicenda storica di Cosenza registra un momento topico nel XIX secolo, quando vi si agitarono gli ideali del Risorgimento e quando la città, simbolo di intellettualismo per la Calabria, fu meta di eruditi tedeschi, inglesi e francesi che intrapresero il Grand Tour. Il secolo registrò momenti cardine per il nostro padrone di casa come la costruzione del Teatro (poi) Rendano e della omonima Villa. I moti del Risorgimento si verificarono dal Marzo 1844; giovani patrioti vi morirono e l’eco dei tumulti condusse in città i fratelli Attilio ed Emilio Bandiera che vi trovarono la morte venendo fucilati nel Vallone di Rovito ove sorge un’Ara. Dei viaggiatori sono giunte sino a noi preziose fonti e testimonianze documentarie, vedute e taccuini che descrivono la città, i suoi abitanti e, soprattutto, il luogo della sepoltura di Alarico. Nel 1810 si avviò la costruzione del teatro, il Real Ferdinando, che proiettò la città verso l’inaugurazione del Teatro Comunale nel 1909 con l’Aida di Giuseppe Verdi.